Zogar co le parole

14.00 

Darghe el nome a un libro xe come zercarghene uno per un fio, no? Magari i motivi pol esser tanti ma, principal xe quel che ‘l nome devi piaser. “Zogar co le parole” se ciama anche una mia poesia, quela che legerè (se gavarè voia) ne la prima pagina.

Descrizione

Quatro ciacole
nel nostro dialeto

“No xe due senza tre” recita un proverbio e se sa che i proverbi no sbalia perché i nassi de l’esperienza popolar de tute le raze. El me xe vignù in amente co i me ga domandà de meter insieme un altro libro fato co le ricete e i tochetini che scrivo de anianorum su “Vita Nuova”. Nel 1993 xe sta publicà “Ciacole fra le pignate”, nel 2001 “La vita xe un omlet” e, apunto, ‘desso xe el momento del terzo, sto “Zogar co le parole” che go ciamà cussì… cussì, no so percossa. Darghe el nome a un libro xe come zercarghene uno per un fio, no? Magari i motivi pol esser tanti ma, principal xe quel che ‘l nome devi piaser. “Zogar co le parole” se ciama anche una mia poesia, quela che legerè (se gavarè voia) ne la prima pagina. Perché mi no scrivo solo che ricete e fati che me capita, machè. Me ga ciapà la mania de zogar co le parole un trenta ani fa, che gavevo za fioi grandi e no go più molà, e ‘ssai me diverto ancora. Ma no go fato miga solo che poesie o ste ciacolade in dialeto, ah no: go scrito anche poesie e altre robe in italian, in tuto tredise libri (questo xe el quatordicesimo) che no ve nomino dato che i xe esauridi e chi che li ga sa e chi che no li ga no ghe servi saver, tanto no se li trova più ne le librerie. Qualchedun, forsi, per Internet. Basta provar. ’Desso che ghe penso, el proverbio completo disi “ no xe due senza tre e el quatro vien de sè” e alora, forsi… Ben, se vedarà.

Autore: Graziella Semacchi Gliubich
Edizioni: Luglio editore
Anno: 2009
Formato: 14×21 cm.
Pagine: 234
Stampa interno: bianco e nero
Lingua: Triestino
ISBN: 88 89153 734

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Zogar co le parole”