Sottratti all’oblio. Del commercio del libro usato a Trieste e Gorizia

22.00 

Autore: Giorgio Ossola Beindl e Marina Silvestri
Edizioni: LEG
Anno: 2017
Pagine: 174
ISBN: 9788861024601

Descrizione

Sottratti all'oblio
Sottratti all’oblio
Del commercio del libro usato a Trieste e Gorizia
di Giorgio Ossola Beindl e Marina Silvestri

Il mercato dell’usato è a volte, per i libri, una seconda vita: “Sottratti all’oblio” racconta di come patrimoni librari familiari, grandi e piccoli, siano stati riscoperti e resi fruibili a tutti in biblioteche pubbliche, centri di studio e università, o abbiano trovato una nuova collocazione da privati, collezionisti ed amatori grazie al lavoro di librai e bibliofili che hanno operato a Trieste e a Gorizia dagli anni Venti del secolo scorso fino alla sua fine. La prima parte del libro, scritta da Giorgio Ossola Beindl, collaboratore della Libreria Editrice Goriziana, è al contempo memoria e riflessione sul mestiere di librario. Ossola inizia dal ‘baule pieno di libri’ con cui ha dato il via all’attività, racconta dell’importante momento della nascita della casa editrice destinata a ripubblicare testi con valore storico e identitario, e sviscera il suo appassionato lavoro di scambio con altri librai e collezionisti, dagli anni Sessanta agli anni Novanta, fino a Vienna e Monaco, province del vecchio Impero austro-ungarico le cui pubblicazioni in tedesco trovavano specularità e convergenze nella terra giuliana. Nella seconda parte del volume la giornalista Marina Silvestri ricostruisce, attraverso testimonianze dirette, gli analoghi percorsi dei librai Sergio Zorzon, Mario Cerne, Gianfranco e Nicola Misan, Vittorio e Laura Di Pinto, Pierluigi Kruml, e le figure degli scomparsi Tullio Misan, Stelio Davia, Carolus L. Cergoly, Edoardo Marini, Ottone Lantieri e Bruno Bradicich. Ricco di informazioni su diversi aspetti della vita culturale di Trieste e Gorizia del secondo dopoguerra, di cui documenta il respiro internazionale, il libro fa emergere anche le diverse figure di intellettuali, professori e uomini politici che frequentavano le librerie – allora punti di incontro e discussione, – e traccia il disegno di un’epoca di fermenti e interessi che andavano dal recupero degli autori del passato alle grandi correnti di pensiero europee.

Giorgio Ossola Beindl, maestro elementare e libraio. Ha contribuito alla nascita a Gorizia della Libreria Editrice Goriziana, punto di riferimento per gli storici e i cultori di storia locale.
Marina Silvestri, giornalista, autrice di testi di narrativa e saggistica.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Sottratti all’oblio. Del commercio del libro usato a Trieste e Gorizia”

Ti potrebbe interessare…