Piccolo canzoniere in dialetto triestino

13.00 

Autore: Virgilio Giotti
Curatore: Baroni G.
Editore: San Marco dei Giustiniani
Anno: 2015

Descrizione


Piccolo canzoniere in dialetto triestino.
Testo italiano a fronte
di Virgiolio Giotti

I veci che ’speta la morte.

I la ’speta sentai su le porte
de le cesete svode d’i paesi;
davanti, sui mureti,
5 co’ fra i labri la pipa.
E par ch’i vardi el fumo,
par ch’i fissi el ziel bianco inuvolado
col sol che va e che vien,
ch’i vardi in giro le campagne e, sotto,
10 i copi e le stradete del paese.
Le pipe se ghe studa;
ma lori istesso i le tien ’vanti in boca.
Pipe,
che le xe squasi de butarle via,
15 meze rote, brusade,
che le ciama altre nove:
ma za
le bastarà.
Se senti el fabro del paese bàter,
20 in ostaria ch’i ciàcola,
un contadin che zapa là vizin,
e el rugna
e el se canta qualcossa fra de sé
ch’el sa lu’ solo;
25 e po’ ogni tanto un sparo,
in quel bianchiz smorto de tuto,
un tiro solo, forte.

Ti potrebbe interessare…

No comments yet.

Lascia un commento