Piccolo canzoniere in dialetto triestino

13.00 

Autore: Virgilio Giotti
Curatore: Baroni G.
Editore: San Marco dei Giustiniani
Anno: 2015

Descrizione


Piccolo canzoniere in dialetto triestino.
Testo italiano a fronte
di Virgiolio Giotti

I veci che ’speta la morte.

I la ’speta sentai su le porte
de le cesete svode d’i paesi;
davanti, sui mureti,
5 co’ fra i labri la pipa.
E par ch’i vardi el fumo,
par ch’i fissi el ziel bianco inuvolado
col sol che va e che vien,
ch’i vardi in giro le campagne e, sotto,
10 i copi e le stradete del paese.
Le pipe se ghe studa;
ma lori istesso i le tien ’vanti in boca.
Pipe,
che le xe squasi de butarle via,
15 meze rote, brusade,
che le ciama altre nove:
ma za
le bastarà.
Se senti el fabro del paese bàter,
20 in ostaria ch’i ciàcola,
un contadin che zapa là vizin,
e el rugna
e el se canta qualcossa fra de sé
ch’el sa lu’ solo;
25 e po’ ogni tanto un sparo,
in quel bianchiz smorto de tuto,
un tiro solo, forte.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Piccolo canzoniere in dialetto triestino”

Ti potrebbe interessare…