Mario Magajna, fotografo-fotograf

28.00 

a cura di: Martina Kafol, Massimiliano Schiozzi
testi di: G. Bajc, C. Domini, C. Ernè, M. Humar, R. Jakomin, D. Kalc, M. Krese, M. Lissiach
anno: 2016
pagine: 180
formato: 20×20 cm; oltre 150 immagini stampate in bicromia
rilegatura: brossura con alette
lingua: italiano / sloveno
ISBN: 978 88 6287 090 0

Descrizione

mario magajnaMario Magajna, fotografo-fotograf
a cura di: Martina Kafol, Massimiliano Schiozzi
«Il mestiere di fotoreporter è bello. È bello perché rende possibile, o meglio ancora, costringe a trovarsi sempre “nell’arena della vita”, in mezzo agli avvenimenti, poiché ogni fatto rilevante deve essere ripreso. Se però l’aspirante reporter manca della dovuta sensibilità o aspetta che tutto gli piova dal cielo, allora farebbe meglio a scegliersi un altro mestiere». Così descriveva il suo lavoro Mario Magajna (Trieste, 1906-2007), fotoreporter del «Primorski dnevnik», il quotidiano degli sloveni in Italia, edito a Trieste. Fotografo curioso e appassionato – un archivio di 260.000 immagini – ha documentato le vicende più importanti della Trieste moderna. Gli anni turbolenti del secondo dopoguerra, le lotte sindacali, le manifestazioni per i diritti degli sloveni, gli scontri politici hanno sempre visto Magajna in prima fila. In una città che mutava rapidamente volto il lavoro di Magajna è stato anche una dichiarazione di intenti, che non gli ha impedito di realizzare molte fotografie di rara sensibilità. Ritratti di bambini e anonimi atleti, stelle del cinema, uomini politici e campioni sportivi, vecchi mestieri e nuove abitudini, prospettive urbane e affettuosi scorci di un mondo contadino ormai scomparso: questo libro, con le oltre 150 immagini che lo compongono, vuole essere un omaggio alla poesia visiva di Mario Magajna.

http://bora.la/2016/10/21/gli-scatti-mario-magajna-mostra-trieste/

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mario Magajna, fotografo-fotograf”

Ti potrebbe interessare…