Tragedia del Crispi. La nave del Lloyd triestino silurata

14.00 

La nave del Lloyd Triestino silurata dal Saracen
ritrovata sul fondo del mare Tirreno
assieme al relitto del sommergibile inglese

Autore: Ugo Gerini
Anno: 2015
Formato: 15,5×23 cm.
Pagine: 116
Numero illustrazioni: 96
Stampa interno: Colore
Copertina: Colore, brossura
Lingua: Italiano
ISBN: 88 6803 126 8

Descrizione

tragedia del crispi

Tragedia del Crispi
di Ugo Gerini

Il 19 aprile 1943, a poche miglia dall’Isola d’Elba, tre siluri lanciati dal sommergibile inglese “HMS Saracen” colpivano e affondavano il piroscafo del Lloyd Triestino “Francesco Crispi” mentre trasportava circa 1000 soldati italiani verso la Corsica.
Ne perirono oltre 900 fra i quali la maggior parte apparteneva ai Granatieri di Sardegna. Per molti giorni a seguire il relitto della nave restituì cadaveri che le correnti marine trasportarono fin sulle coste liguri.
Una tragedia nella tragedia.
La vigilia di Ferragosto dello stesso anno il sommergibile inglese “HMS Saracen” fu inseguito dalle corvette della Regia Marina “Minerva” ed “Euterpe” che con il lancio di numerose bombe di profondità lo costrinsero prima ad emergere e poi lo affondarono a sole dieci miglia dal punto in cui aveva colpito il “Crispi”.

L’ingegner Guido Gay, noto per aver ritrovato la “Corazzata Roma”, grazie al suo ROV “Pluto Palla” riporta ora la luce sui relitti del piroscafo “Francesco Crispi” e del sommergibile “Saracen”. E sulle loro lamiere contorte è scritta una tragica storia di 72 anni fa.

La tragedia del Crispi.
Luglio edizioni

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tragedia del Crispi. La nave del Lloyd triestino silurata”

Ti potrebbe interessare…