La panchina

12.00 

Crepuscolo malinconico di un marinaio istro-veneto

Descrizione

Calpurnio, marinaio istriano ricco delle esperienze di tante generazioni aveva ripetuto le strade dagli avi oltre gli infiniti orizzonti del mare che lambiva la sua costa. Profondamente legato alla sua terra subisce l’ingiuria della politica che sconvolge il suo habitat vanificando i programmi accarezzati nella sua lunga vita. All’emarginazione, frequente nello stato della vecchiaia si aggiungono difficoltà concrete che lo costringono alla solitudine. In questa dimensione, su una vecchia panchina davanti al mare, rivive il suo passato anche attraverso una serie di incontri con figure femminili vissuti nei suoi viaggi intorno al mondo. Alla delicatezza dei ricordi si associa l’amore struggente per le “pietre bianche” del suo paese, sognate nei suoi vagabondaggi, su cui poggiavano la speranza del ritorno. Un epilogo differente dai suoi sogni. Le vicende storiche, sommate alle difficoltà correnti della sua situazione, lo portano a considerare i traumi subiti e l’inevitabile condizione di vecchio che diventa “spettatore della sua stessa vita”.

Autore: Francesco Hlavaty
Edizioni: Luglio editore
Anno: 2007
Formato: 12×17 cm.
Pagine: 192
Stampa interno: Bianco e nero
Lingua: Italiano
ISBN: 88 89153 215

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La panchina”