L’Isola tra i Monti

17.00 

Autore: Paul Hus
Edizioni: Mosetti
Anno: 2017
Pagine: 307
ISBN: 9788890267499

Descrizione

L’Isola tra i Monti
L’Isola tra i Monti
di Paul Hus
L’Isola tra i Monti è un romanzo a sfondo storico. Lo spunto è tratto dalle vicende che interessarono Senosetsch e Trieste all’epoca in cui si svolsero i fatti di seguito descritti.
L’Autore miscela abilmente quelle vicende ed i relativi personaggi storici con fatti e persone di sua fantasia in un intreccio di episodi che ruotano attorno all’argomento principale del romanzo: la costruzione della nuova fabbrica di birra nel paese di Senosetsch. Il susseguirsi a ritmi incalzanti degli eventi attireranno senza alcun dubbio l’interesse del lettore già dai primi capitoli. Le sue previsioni logiche rimarranno comunque disattese fino all’ultimo. Il finale poi lo coglierà di sorpresa perché del tutto inaspettato.
La fabbrica nasce nel 1820 a Senosetsch, oggi Senožeče, per volere di Franciscus Seraphino di Porcia, principe del Sacro Romano Impero.
Già allora Senosetsch era un vivace e popoloso centro nevralgico che doveva le sue fortune al fatto di venir attraversato dalla Rotabile Imperiale che collegava Trieste con Vienna e di essere sede del dazio sulle merci in transito. I proventi del dazio, istituito fin dal tredicesimo secolo, erano riscossi dai Signori di Porcia, principi del Sacro Romano Impero e vassalli dell’Imperatore. In Senosetsch i Porcia avevano la loro residenza ufficiale e, in quanto vassalli, il diritto di amministrare la giustizia tramite un giudice delegato a questa bisogna.
L’intento di costruire la fabbrica di birra in Senosetsch era dettato dalla qualità dell’acqua esistente sul posto e dalla sua abbondanza.
La clientela da soddisfare era parecchia se si teneva conto non solo dei notevoli consumi locali ma anche dell’approvvigionamento della piazza di Trieste che già da tempo aveva aumentato la richiesta di birra quale conseguenza del notevole incremento demografico della città. Un’ulteriore prospettiva di vendita, anche se non immediata, era data dalla possibilità di esportare la birra via mare tramite le navi che affollavano il porto Trieste.
Quest’ultima possibilità presupponeva la disponibilità di una birra in grado di mantenere invariate per lungo tempo le sue qualità senza alterarsi. A tal fine era prevista l’applicazione, sia pure sperimentale, delle nuove tecniche ideate presso la fabbrica di birra a Plzen da parte del mastro birraio Josef Groll. Procedimenti questi che necessitavano ancora di essere perfezionati e codificati.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’Isola tra i Monti”

Ti potrebbe interessare…